Rasotto Flotte

Il Centro Assistenza per Flotte di Auto Aziendali numero uno nel Veneto.

Grazie ai suoi oltre 25.900 interventi all’anno, Rasotto Flotte è il primo service per auto e veicoli aziendali del Veneto, grazie al suo sistema FLOTTA FACILE ®

Scopri perché

Sei di fretta? Chiamaci!

tel 800 942822

Richiedi subito una consulenza GRATUITA!

Un nostro esperto di flotte aziendali ti contatterà
senza impegno per rispondere GRATIS a tutte le tue domande.

Icona LucchettoNiente SPAM: i tuoi dati sono al sicuro

“Perchè Rasotto Flotte è il Primo Service del Veneto?”

  • Icona assistenza multisede
    Assistenza multisede con sei filiali nel territorio distribuite in modo strategico lungo le principali Autostrade del Veneto
  • Icona servizi
    Un’unico interlocutore con tutti i servizi: officina, carrozzeria, gommista, service point, revisioni e cristalli
  • Icona formazione e specializzazione team meccanici
    Formazione interna e specializzazione del team meccanici tramite l’esclusiva Rasotto Academy
  • Icona organizzazione aziendale
    Organizzazione aziendale mirata alla gestione delle flotte di proprietà e a noleggio a lungo termine
  • Icona business room
    Business Room per clienti Premium. Una postazione di lavoro silenziosa e completa di tutti i comfort
  • Icona assistenza
    Sistema Flotta Facile ®: un team e un metodo dedicati a snellire il carico di lavoro dei fleet manager
Ci hanno già scelto:
Logo Diesel
Logo Askoll
Logo Unicomm
Logo Omis
Logo Bata
Logo Gruppo Sicura

I nostri numeri

25.0
interventi all'anno
2.0
auto consegnate all'anno
0
addetti specializzati
0
sedi in Veneto

Il Gruppo Rasotto corre anche su DUE RUOTE

Il Centro Revisioni C.R.A.B. di Dueville ha da poco inaugurato un'officina moto multimarca Corre veloce anche su due ruote il nostro Gruppo: nei mesi scorsi il Centro Revisioni C.R.A.B. di Dueville, che fa parte del Gruppo, ha infatti inaugurato la nuova officina moto, che affianca l'attività di revisione da sempre svolta per mezzi a due e quattro ruote. "L'idea - spiega Mickail Stella, co-titolare della struttura insieme a Stefano Rasotto - c'era già da un po' di tempo, anche perché all'interno del gruppo Rasotto mancava un'officina per le due ruote. Ora è diventata realtà, grazie anche al contributo del responsabile dell'officina Manuel Dal Molin, che è entrato a far parte del nostro staff dopo un'esperienza di molti anni anche nel mondo delle corse motociclistiche"

CONTINUA A LEGGERE...

Una curva lunga una vita – intervista a Luigi Pirollo

Luigi Pirollo, uno dei più stimati navigatori italiani a livello internazionale, in questa intervista ci parla di rally e di una carriera che ha attraversato le epoche, tra grandi imprese sportive e sfide sempre sul filo dei secondi. Incontriamo Luigi Pirollo - ma per tutti è "Gigi" - in un bar in piazza Giorgione, a Castelfranco, dove tutto è iniziato oltre quarant'anni fa. Sì perché era proprio qui uno dei ritrovi principali di piloti, navigatori, meccanici, tifosi e sognatori, in un'epoca - siamo tra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Settanta - in cui i rally potevano rivaleggiare niente meno che con il calcio per numero di appassionati. Dalle chiacchierate infinite alla prima gara disputata il passo è breve. E' il 1974, l'auto è una Fiat X1/9 e "Gigi" siede nel sedile di destra, quello del navigatore, quello che non mollerà più e continua ancora oggi ad occupare, 44 anni e oltre 450 gare dopo

CONTINUA A LEGGERE...

Le cinture di sicurezza

L'11 aprile 1988,  30 anni fa, sulla Gazzetta Ufficiale veniva pubblicato il decreto che disciplinava l'obbligatorietà delle cinture di sicurezza. La legge 111 del 18 marzo 1988 prevedeva l'obbligo di installare e utilizzare le cinture di sicurezza anteriori rispondenti a omologazione a bordo dei veicoli. Abbiamo sottolineato la parola "anteriori" perché l'obbligo definitivo dell'uso delle cinture posteriori è datato 2003. Ad ogni modo l'entrata in vigore del decreto sulle cinture di sicurezza anteriori è datata 26 aprile 1988, con 12 mesi di tempo per adeguare tutte le auto immatricolate dopo il 1 gennaio 1978.   C'è voluto molto tempo per fare accettare agli automobilisti italiani questa "costrizione" però le statistiche ci dicono che negli anni sono state salvate il 27/28% delle persone coinvolte in incidenti che avrebbero potuto essere mortali

CONTINUA A LEGGERE...

Iscriviti ora alla prima newsletter italiana dedicata ai Fleet Manager!

(contiene dei contenuti esclusivi che NON troverai altrove, nemmeno su questo sito...)

Icona LucchettoNiente SPAM: i tuoi dati sono al sicuro